Dopo la sconfitta a Crotone sul campo degli Achei per 36-32, i Salento Dragons vincono nettamente la prima partita in casa, battendo i Green Hawks Barletta per 40-13. Partita che si apre subito con un lungo lancio del Quarterback Vitale

che trova solo il receiver Schirinzi che và in touchdown, ma gli abitri vedono un fallo della squadra in attacco che invalida i sei punti appena conquistati. Palla ai Green Hawks che non si lasciano intimorire e ribaltano il risultano con un bella corsa del loro runningback Bruno. 0-7. Sembra ripetersi la partita di Crotone e infatti i salentini pareggiano dopo solo due azioni con una corsa di 38 yard del runningback Quarta. 7-7 . Dopo pochi minuti, durante i quali entrambe le squadre concedono poco, un’azione fotocopia di quella annullata in avvio di gara vede andare di nuovo in touchdown il ricevitore Schirinzi, che sbaglia però la trasformazione tra i pali. 13-7 . I Dragons ormai sembrano aver dimenticato Crotone, e tornano nuovamente a segno allo scadere del secondo quarto con Quarta, portando il punteggio sul 20-7 . Il rientro dagli spogliatoti non sembra aver cambiato l’andamento della partita e, dopo un drive della durata di sole sei azioni, Vitale trova il compagno di squadra D’amore con un preciso lancio che lo manda in touchdown. Trasformazione affidata a Schirinzi che non sbaglia. 27-7 . Alla fine del terzo quarto và a punti anche lo stesso quarterback salentino, ma il kicker sbaglia il calcio tra i pali . 33-7 . La squadra di Barletta non si perde d’animo e sebbene la differenza punti sia ormai notevole, và di nuovo in touchdown con Bruno. Sul calcio di rinvio successivo affidato alla squadra ospite, il ritornatore dei Dragons, Bellisario, recupera il pallone e dopo una spettacolare corsa di ben 80 yard, aggiunge altri 6 punti al tabellino, portando il risultato sul 40-13 , punteggio che rimarrà invariato fino allo scadere. Degne di nota le prestazioni di Prete Emanuele e Di Gennaro Gabriele in difesa, mentre in attacco sono da sottolineare le lunghe corse di Quarta, i bei lanci di Vitale e le ricezioni di Abbonato e D’amore. Al termine del match, queste le parole a caldo del capitano della difesa Di Gennaro : ” Il risultato parla chiaro senza ombra di dubbio, ma ancora siamo lontani dalla perfezione a cui aspiriamo. La difesa ha dimostrato di essersi lasciata alle spalle la deludente prestazione di Crotone grazie alle modifiche tecniche apportate da Coach Nigro, ma c’è da lavorare tanto in questa settimana in vista del derby di domenica prossima in casa dei Patrios Bari.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.