E’ di grande importanza l’obiettivo del progetto “Con gli occhi dei ragazzi”, presentato questa mattina Palazzo Carafa dal consigliere delegato ai servizi sociali Roberto Martella.

Togliere i minori a rischio dai contesti sociali particolarmente pericolosi in cui vivono avvicinandoli allo sport è ciò che l’amministrazione comunale vuole fare in collaborazione con il circolo sociale della parrocchia di San Massimiliano Kolbe e quello di San Giovanni Battista, che operano nel quartiere Stadio di Lecce.
Un progetto che adesso darà la possibilità a 30 ragazzi tra i 6 e i 18 anni, di iscriversi ad alcuni corsi sportivi di calcio, pallavolo o basket e di avvicinarsi così a queste discipline sportive, allontanandosi dalla strada e incanalando aggressività e problemi nello sport che diventa valvola di sfogo.
“Invece che sfogare la propria aggressività nel bullismo o nel vandalismo, daremo a 30 ragazzi la possibilità di fare altro e di formarsi come i nuovi cittadini del domani.” Sono le parole del consigliere Martella che in questi giorni presenta un’iniziativa dietro l’altra in ambito sociale.
“Con gli occhi dei ragazzi” partirà in aprile non appena finirà l’indagine sul territorio che permetterà di selezionare i 30 partecipanti al progetto in base alle situazioni socio-ecomomiche e familiari. Avrà durata di un anno e comporterà l’utilizzo del centro sportivo realizzato due anni fa dall’amministrazione comunale e gestito al momento dal circolo di San Massimiliano Kolbe.
All’interno del centro ci sono campetti da calcio, campi di basket e di pallavolo e si organizzano anche corsi serali di ballo. I giovani partecipanti potranno perciò decidere quale disciplina intraprendere, accompagnati da uno staff tecnico e da alcuni operatori sociali che seguiranno anche le famiglie attraverso uno sportello apposito.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

14 − 13 =