Scene da “Arancia Meccanica”, nel tardo pomeriggio, a Spongano, dove tre banditi hanno assaltato il supermercato “Dok”, sferrando un colpo col calcio di un fucile al figlio dell’ex sindaco Salvatore Scarciglia, che in quel momento stava uscendo dal supermercato. I rapinatori violenti sono comparsi intorno alle 19,30.

Erano in tre, tutti col volto coperto da passamontagna, di cui uno armato di fucile. Guglielmo, questo il nome del giovane, di 21 anni, stava uscendo dal supermercato, quando ha incrociato i tre banditi. Il rapinatore armato, forse per intimorire i presenti, senza batter ciglio ha sferrato un colpo in pieno volto al giovane, poi stramazzato al suolo.
I banditi, in pochi istanti, hanno ripulito le casse del supermercato, facendo poi perdere le tracce. Al momento, il bottino è in corso di quantificazione. I rapinatori sono poi fuggiti a bordo di un’auto non meglio identificata, di cui al momento si sconosce modello, targa e colore.

Sul posto, è stato poi richiesto l’intervento di un’ambulanza del 118, che ha trasportato il ferito presso l’ospedale di Tricase, dove è stato sottoposto a due Tac, per verificare eventuali lesioni interne. Il 21enne avrebbe rimediato una profonda ferita alle labbra. Il colpo gli avrebbe rotto due denti e scheggiato un terzo.

Un’altra rapina, sempre nel pomeriggio, è stata consumata nel pieno centro di Casarano, in via Solferino, dove un rapinatore solitario ha fatto irruzione nella farmacia “Stea”. Qui, dietro la minaccia di una pistola, il bandito ha intimato ai presenti di consegnargli l’incasso. Dunque, si è dileguato fuggendo con ben 1600 euro.Su entrambi gli episodi indagano i carabinieri della compagnia di Tricase e di Casarano.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.