Condannato in abbreviato il “Totò Riina” di Nardò. Dovrà scontare tre anni di reclusione, per rapina aggravata, Egidio Luigi Prete, 31enne neretino, che lo scorso 13 gennaio fu arrestato dagli agenti del commissariato, per una rapina ad un venditore di crepes.

L’episodio per il quale Prete è stato condannato risale alla notte del 15 dicembre 2011, quando il 31enne raggiunse il venditore ambulante in Largo Cimitero, a Nardò. Qui, autodefinendosi “il Totò Riina” di Nardò, Prete minacciò il commerciante per farsi consegnare 100 euro. L’ambulante fuggì con il registratore di cassa ma, quando tornò, trovò Prete che, munito di tanica di benzina, aveva cosparso il furgoncino, pronto a dargli fuoco. Fu allora che il commerciante gli consegnò 100 euro.
L’uomo, difeso dall’avvocato Ezio Maria Tarantino, è stato condannato a tre anni di reclusione, al termine del processo con rito abbreviato, celebrato davanti al gup Ines Casciaro. Il pm Antonio Negro aveva invocato la condanna a 7 anni. Per Prete è caduta l’aggravante della modalità mafiosa.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici − 8 =