Foto Antonio Castelluzzo“Già nei giorni scorsi dopo l’atto criminoso contro la gioielleria Lavinia avevamo sollecitato l’Amministrazione Comunale a ripristinare il posto fisso di polizia municipale della Galleria Mazzini che la Giunta aveva chiuso con una scelta sbagliata ed inspiegabile

, considerato- tra l’altro – che lo Iacp aveva concesso al Comune quei locali con vincolo di destinazione esclusiva
a sede dei vigili.” Lo comunica in una nota l’on. Antonio Rotundo dopo l’incendio al gazebo del bar Mazzini.
“Ma ad oggi nessuna risposta è arrivata da Palazzo Carafa, il silenzio più assordante da parte di chi governa la città,  ragione per cui nei prossimi giorni il Pd avvierà una raccolta di firme di residenti e commercianti al fine di presentare una petizione popolare da discuterne in Consiglio Comunale. 
C’è una domanda di maggiore sicurezza, di maggiore prevenzione, di maggiore decoro urbano che – come per molte parti della città – l’Amministrazione trascura del tutto, come ogni cittadino può toccare con mano per tutta l’area di Piazza Mazzini, letteralmente abbandonata a se stessa.
Da qui la nostra forte sollecitazione a dare dei segnali concreti e immediati, a partire innanzitutto dal ripristino del posto fisso dei vigili urbani e dall’installazione delle telecamere di cui l’intera area commerciale è sprovvista.
Per queste ragioni chiederemo il pronunciamento del Consiglio Comunale, sulla base di una apposita petizione con cui il Pd raccoglierà le firme di commercianti e residenti.”

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 + nove =