Si sta avvicinando a grandi passi la data di svolgimento della diciannovesima edizione del Rally Città di Casarano, secondo e attesissimo round  del Challenge Rallies Nazionali di Settima Zona 2012, campionato organizzato dalla Commissione Sportiva Automobilistica Italiana dell’Automobile Club d’Italia ed in programma in provincia di Lecce nei giorni di sabato 21 e domenica 22 aprile.

La gara, firmata come di consueto dal binomio Casarano Rally Team-Scuderia Piloti Salentini in collaborazione con l’Ufficio Provinciale ACI di Lecce, si incentrerà nel territorio del basso Salento toccando i comuni di Casarano, Castrignano del Capo, Patù, Salve e Ugento, comuni che insieme alla Provincia di Lecce e all’Assessorato alle Risorse Umane, Semplificazione e Sport della Regione Puglia, hanno offerto il logo appoggio istituzionale all’evento, confermando la propria inclinazione a guardare allo sport anche come veicolo di promozione territoriale.
Sabato prossimo 31 marzo con inizio alle ore 18.30 presso la Concessionaria Renault-Dacia “Guglielmo De Nuzzo spa” di Casarano, il Presidente del Comitato Organizzatore Pierpaolo Carra, coordinato dal suo staff, illustrerà agli organi di stampa, alle autorità locali e agli appassionati, tutti i dettagli di una gara sempre tanto attesa.
Diverse le novità di rilievo che caratterizzeranno questa diciannovesima edizione del Rally Città di Casarano, novità che riguarderanno in minima parte la logistica del primo giorno, con il parco partenza e il parco riordino notturno che saranno allestiti in Piazza San Giovanni Elemosiniere, mentre saranno più sostanziali per quanto riguarda i contenuti tecnici, con il tracciato di gara che presenta  una nuova prova speciale, nei pressi di Santa Maria di Leuca, in sostituzione di “Marina di Alliste”.
Il programma di gara, ha preso avvio  lo scorso 21 marzo con l’apertura delle iscrizioni che potranno essere inviate, senza incorrere nella penalizzazione economica prevista per gli ultimi 5 giorni (dall’otto al 14 aprile), entro il 7 di aprile.
Gli organizzatori, nel richiamare tutti gli equipaggi ad un atteggiamento di consapevole rispetto delle norme di comportamento e correttezza che competono ad ogni vero sportivo, comunicano che di concerto con le Autorità Amministrative e le Forze dell’Ordine, sono già in atto severi controlli lungo il percorso di gara, atti a prevenire  spiacevoli situazioni che possono creare difficoltà ai luoghi attraversati dal rally e violazioni ai regolamenti sportivi in materia di ricognizioni abusive e al Codice della Strada. Le infrazioni commesse dai conduttori, saranno segnalate ai Commissari Sportivi che oltre ad applicare, in base alla tipologia delle inosservanze, le sanzioni previste (che possono arrivare fino alla non ammissione alla gara in aggiunta a un’ammenda che può raggiungere, nei casi più gravi i 15mila euro), potranno segnalare, a loro volta alla CSAI, i conduttori interessati per sanzioni supplementari.
                     

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 + 11 =