Il piano di accoglienza notturna per i senzatetto nell’Ostello della Gioventù di San Cataldo, avviato un mese fa e con scadenza oggi, è stato prorogato. Questo, per venire incontro ad una media giornaliera di 15 senzatetto che, considerate le temperature ancora variabili, necessitano di un rifugio notturno.

Lo ha deciso il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, che all’avvio del servizio aveva prospettato la possibilità di prolungare l’accoglienza, se le condizioni atmosferiche lo avessero richiesto.

“Crediamo sia necessario proseguire con il servizio, almeno fino a che il freddo non lascerà spazio al clima temperato della primavera -. ha detto il primo cittadino – In questo mese sono stati tantissimi i senzatetto a cui abbiamo assicurato il trasporto organizzato, un letto per dormire e la colazione al mattino. Abbiamo evitato loro, con un piano allestito abbastanza velocemente per affrontare l’emergenza, di dormire per strada, al freddo. Proseguiremo finché ce ne sarà bisogno. Ringrazio tutti gli operatori che ogni giorno assicurano la buona riuscita del servizio e i vigili urbani impegnati. Parallelamente, siamo già pronti con un progetto di accoglienza ordinaria che aspetta solo di essere finanziato e che vede nella masseria Ghermi, bene confiscato alla mafia, la location di un grande centro di accoglienza per la città di Lecce”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × quattro =