Con l’accusa di appropriazione indebita è finito nei guai un avvocato del foro di Roma che avrebbe intascato i soldi che spettavano ai suoi clienti, centoquarantasette finanzieri. Tra loro anche tre salentini, di cui uno, di Nociglia, assistito dall’avvocato Roberto De Mitri Aymone.

L’imputato, l’avvocato Giulio Stoppa, era stato contattato dai militari per azionare una vertenza di lavoro nei confronti del Ministero della difesa.

Vinto il processo, il legale avrebbe ricevuto direttamente sul proprio conto oltre 986mila euro che avrebbe dovuto ripartire tra i suoi clienti. Nonostante le sollecitazioni di questi ultimi, l’avvocato Stoppa non avrebbe consegnato a nessuno le somme spettanti.

Subito le denunce hanno dato il via alle indagini, coordinate dal pm Mario Dovinola, che ora ha citato a giudizio il professionista. Il processo avrà inizio il 7 maggio prossimo davanti al giudice monocratico della prima sezione del Tribunale capitolino.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quindici + 11 =