Telecamere di sorveglianza per difendere l’area marina protetta di Porto Cesareo, i provincia di Lecce: lo prevede il progetto presentato questa mattina nella sede del Consorzio della riserva della cittadina salentina, denominato ‘Le Torri fortificate vedette della legalita’.

L’intervento, finanziato dal Pon Sicurezza 2007-2013, si concretizzera’ nell’installazione di telecamere ad alta risoluzione su sei delle nove Torri costiere fortificate del XVI secolo, erette per difendere il territorio dalle incursioni saracene (Inserraglio, Santo Isidoro, Squillace, Cesarea, Chianca, Lapillo). Il sistema di videosorveglianza intelligente verra’ realizzato con risorse per 1,5 milioni di euro e ha l’obiettivo di garantire la tutela ambientale dell’Area marina protetta che abbraccia il litorale dei comuni di Nardo’ e Porto Cesareo. Questa Riserva Marina dello Stato (terza per estensione in Italia, con i suoi 16.654 ettari di superficie marina e una linea di costa di circa 32 chilometri) nei mesi estivi e’ meta di oltre 100mila visitatori e, nel tempo, e’ stata oggetto di ripetuti attacchi: abusi edilizi, sversamento abusivo di rifiuti, pesca illegale, caccia di specie protette.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.