Foto Antonio CastelluzzoSi è conclusa questa mattina, presso l’Ecoresort Le Sirenè di Gallipoli, la prima conferenza stampa di presentazione del 43° edizione del Premio Barocco, evento di grande importanza per il Salento e per la splendida Città di Gallipoli, che come ogni anno accoglierà importanti personaggi dello mondo

dello spettacolo, della cultura, dello sport, della musica e dell’imprenditoria, i quali saranno insigniti della preziosa Galatea Salentina del maestro Egidio Ambrosetti. L’evento è in programma per Sabato 14 Luglio, con location l’antico piazzale della darsena di Gallipoli, e sarà presentato dalla tarantina Rossella Brescia e dal giornalista pugliese della Rai Attilio Romita. Questa nuova edizione sarà però caratterizzata della grande assenza della rete ammiraglia della Rai, che testimonia un forte e coraggioso cambiamento portato avanti da Fernando Cartenì, patron dell’evento: «Inizialmente la Rai ci aveva “scaricati”» afferma il presidente Cartenì «ma poi successivamente è arrivata una loro proposta alla quale però ho dovuto dire di no; troppo erano i costi da dover supportare senza nessun aiuto economico da parte delle Amministrazioni locali o da parte della Ragione Puglia o della Provincia di Lecce. Inutile negare l’amaro in bocca che una simile decisione ci lascia, non fosse altro per l’enorme risultato ottenuto, negli anni, in termini di ritorno turistico e per la piena disponibilità accordataci, anche quest’anno, da parte della dirigenza Rai; ma quest’anno, io e la mia famiglia, supportati dagli amici e collaboratori più cari, abbiamo detto “no”: agli sforzi immani, ai patemi d’animo, alle notti insonni che un evento di simile portata ci procurava. Un evento di tale levatura, assolutamente esente da contributi pubblici, non può però continuare ad essere supportato in via esclusiva dai privati. La crisi economica non è un’opinione: è una condizione vigente e assolutamente reale, è uno stato che attanaglia gli animi, privando gli stessi di quella giusta serenità necessaria a investire in grandi opere, come il Premio Barocco. Infine, mi auguro che finalmente i politici e gli amministratori locali e regionali possano per la prossima edizione dimostrare maggiore sensibilità verso questo evento, che ha permesso e permette di far conoscere il Salento e la Città di Gallipoli in tutta Italia e non solo».
Tra i premiati dell’edizione 2012, i nomi di alcuni imprenditori salentini che hanno dato dei notevoli contribuiti e continuano a investire a favore dello sviluppo del nostro territorio, tra questi Angelo Fusco (Fusco Arredamenti), Paolo Leo (Cantine Paolo Leo) e Carlo Scardino (Scardino Costruzioni).
Prevista anche la straordinaria partecipazione di alcuni cantanti noti al panorama della musica italiana, come il noto cantante Ron che, accompagnato dall’imponente Orchestra di Terra d’Otranto, interamente composta da musicisti salentini e diretta dal maestro Antonio Palazzo, terrà un vero e proprio concerto con un omaggio al grande Lucio Dalla; ma ci saranno anche gli Effetto Doppler, da X-Factor e l’esibizione di Luigi Fronte, direttamente dal palco di “Ti lascio una canzone”, che sapranno soddisfare i gusti dei giovanissimi. Non mancheranno momenti di ilarità, grazie alla presenza, direttamente da Zelig, del gallipolino Fausto Solidoro.
Tra gli appuntamenti del Festival, confermata anche la cerimonia di assegnazione dei Terra del Sole Award, storico riconoscimento in programma per Sabato 30 Giugno, presso Lido San Giovanni, destinato a pugliesi che, grazie alla propria professionalità, si sono distinti nel mondo.
Un nuovo inizio, quindi, per lo storico evento che, nato in sordina nel lontano 1969, è riuscito negli anni in una sempre crescente escalation di successi, grazie alla volontà dei suoi organizzatori e al sostegno di uomini lungimiranti che hanno creduto nelle potenzialità di una manifestazione che ha visto, tra i suoi premiati e protagonisti, illustri personalità di calibro internazionale.