Aggredì tre ragazzini in piazza e con l’accusa di lesioni personali aggravate Simone Campanile, 20enne di Gallipoli, è stato rinviato a giudizio dal gup Vincenzo Brancato. Il processo si aprirà il prossimo 19 novembre davanti al Tribunale di Galatina.

La vicenda risale allo scorso 8 settembre 2011 ad Aradeo. Il giovane, secondo quanto accertato, avrebbe incominciato a bersagliare di pietre le finestre del municipio e sarebbe stato in qualche modo richiamato dal gruppetto. I giovani, seduti nei pressi di una piazza nel centro del paese, però, sarebbero stati raggiunti da Campanile e colpiti con calci e pugni. Le ferite vennero medicate in ospedale. La denuncia scattò nell’immediatezza dei fatti ma l’aggressore si diede alla macchia e rintracciato dopo un mese di ricerche. L’intera storia finì all’orecchio del prefetto Giuliana Perrotta che volle premiare i minorenni per l’alto senso civico e il senso di responsabilità nel corso di una cerimonia ufficiale. Le parti civili erano assistite dagli avvocati Davide Pastore e Lucilla Modomi. L’imputato da Speranza Faenza che aveva invocato il non luogo a procedere ipotizzando problemi fisici di Campanile.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 2 =