Foto Stefano De Tommasi”Le recenti notizie apparse su vari giornali on-line e carta stampata sono per la maggior parte false e distorte: così si danneggia l’indagine e non si dà assolutamente un servizio all’opinione pubblica”.

Lo ha detto oggi il procuratore della Dda di Lecce Cataldo Motta che coordina le indagini sull’attentato avvenuto il 19 maggio scorso davanti all’istituto professionale ‘Morvillo Falcone’ e che ha provocato la morte di una studentessa di 16 anni, Melissa Bassi, e il ferimento di altre cinque ragazze.
”Bisogna evitare – ha detto Motta – di dare notizie che non sono verificate e che non sono attendibili”. Sul fronte delle indagini, Motta ha ribadito che ”si lavora in tutte le direzioni e che non ci sono piste privilegiate”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × tre =