Foto Antonio CastelluzzoÈ un ‘pool’ di cento investigatori, diviso in tre gruppi, quello coordinato dal Procuratore Antimafia di Lecce Cataldo Motta, alle prese con le indagini sulla strage all’Istituto ‘Morvillo Falcone’ sabato scorso a Brindisi.

Si stanno battendo tutte le piste per far luce sull’attentato, e gli accertamenti tecnico-scientifici sono ancora in corso sui reperti ed i filmati delle telecamere di sorveglianza situate nella zona ed, in particolare, sul chiosco antistante l’edificio scolastico.

Intanto è stata trasferita dall’ospedale di Lecce in un centro specializzato di Pisa Veronica Capodieci, la studentessa di 15 anni rimasta gravemente ferita, insieme ad altre amiche, nell’attentato compiuto sabato scorso davanti all’Istituto professionale Morvillo Falcone di Brindisi in cui ha perso la vita la 16/enne Melissa Bassi. Il trasferimento – rende noto il direttore generale della Asl di Lecce, Mellone – e’ stato disposto per garantire una assistenza concomitante dei medici specializzati in chirurgia toracica e ustioni.