“Ancora una volta, l’Associazione Nazionale Carabinieri dimostra di saper perfettamente coniugare l’impegno civile e la difesa dei cittadini con i valori più profondi della spiritualità cristiana.

Un impegno concreto ed attivo, che è stato sottolineato anche dall’Arcivescovo di Lecce, Mons. Domenico D’Ambrosio, che in visita pastorale a Novoli, ha voluto incontrare personalmente i componenti della locale sezione dell’ANC e il suo presidente, Piero Piccinno”.
È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, che ha preso parte all’incontro tra l’ANC sezione di Novoli e l’arcivescovo di Lecce, Mons. Domenico D’Ambrosio.
“In questo senso – prosegue Buccoliero – un plauso particolare va al presidente dell’ANC di Novoli, Piero Piccinno, che ha saputo fare dell’Associazione un fondamentale punto di riferimento per l’intera comunità novolese, creando le condizioni perché gli associati potessero continuare a fornire supporto e aiuto ai cittadini.
L’Associazione Nazionale Carabinieri, come è stato più volte dimostrato nel corso degli anni, non è un ricovero di ex carabinieri, che si godono la meritata pensione, ma è una cellula attiva e propositiva, ben inserita nel contesto sociale, che si propone di portare avanti un’efficace attività di volontariato con finalità assistenziali, sociali e culturali. Non è un caso, infatti, che l’ANC sia un punto di riferimento fondamentale in quelle comunità che ne ospitano le sezioni.
Un valido esempio, in questo senso – conclude Buccoliero – viene proprio dall’ANC di Novoli, che con l’impegno straordinario del suo presidente Piccinno e dei suoi associati dimostra concretamente come un carabiniere non vada mai in pensione e continui sempre, con onestà e passione, a difendere i valori più autentici di un Paese civile e democratico”.

CONDIVIDI