”In questa vicenda il fenomeno del malaffare sportivo ha superato ogni limite di tollerabilità”. Lo afferma l’assessore allo Sport della Regione Puglia, Maria Campese, a proposito gli ultimi sviluppi dell’inchiesta sul calcioscommesse culminata ieri in 19 ordinanze di custodia cautelare e 150 indagati.

Uno dei filoni delle indagini come e’ noto riguarda le squadre di Bari e Lecce ed e’ seguita dalla Procura del capoluogo regionale. ”Non e’ piu’ la malafede di un singolo, che fa propri modelli di vita sbagliati per fare denaro facile – afferma – si tratta di un sistema dai risvolti di natura delinquenziale ben piu’ ramificato, che va troncato in maniera definitiva. Al di la’ della dovuta cautela legata all’attuale fase dell’inchiesta – commenta Campese – bisognerebbe avere il coraggio di riconoscere che, se lo scenario e’ quello tratteggiato nell’indagine della magistratura ordinaria, siamo di fronte a una vera e propria epidemia da cui sara’ difficile salvarsi perche’ non basta prendere le distanze o auspicare pene esemplari. Coni e Federazione devono intervenire sul sistema, con riforme che siano in grado di segnare un effettivo cambiamento di rotta – sostiene Campese – e restituire a tutto il mondo calcistico italiano dignita’, credibilita’ e onorabilita’. Va indubbiamente riformato il sistema che consente, a discapito dello sport di base, il finanziamento nelle forme piu’ varie delle attivita’ di societa’ che gestiscono bilanci milionari, grazie al grande business dei diritti televisivi e agli introiti pubblicitari controllati dalla Lega Calcio”. ”Lega, Coni e Federcalcio – conclude l’assessore Campese – dovrebbero spiegare agli italiani quanto ci sia di veramente sportivo in questo calcio, spettacolo che ancora una volta e’ stato impietosamente sbattuto nelle prime pagine dei giornali di tutto il mondo infangando l’intero movimento sportivo e togliendo credibilita’ alle migliaia di societa’ che, con impegno, onesta’ e scarsissimi fondi a disposizione, lavorano davvero in favore dello sport per tutti”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

10 − 5 =