Otto anni è la condanna inflitta in primo grado dai giudici della prima sezione penale ai danni di Luigina Corpus 42enne di Martano con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il pubblico ministero Francesca Miglietta aveva invocato 9 anni di carcere.

La donna secondo l’accusa avrebbe introdotto droga in carcere al convivente durante un regolare colloquio. Venne sorpresa dagli agenti della polizia penitenziaria in servizio presso il carcere di Borgo San Nicola. Era tenuta d’occhio da tempo perché sospettata di fare da corriere della droga. La Corpus e il convivente vennero bloccati subito dopo il passaggio di dieci grammi di eroina. Risultò inutile il tentativo dell’uomo di nascondere lo stupefacente addosso. La donna venne arrestata e condotta presso la sezione femminile del penitenziario leccese.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

nove − 1 =