“Voglio essere il Sindaco di tutti” queste le prime dichiarazioni del nuovo Sindaco di Galatone, l’imprenditore Livio Nisi, già consigliere provinciale nella giunta del Presidente Gabellone, che ieri pomeriggio si è aggiudicato la vittoria con 4.623 preferenze contro i 4.282 del candidato del centro sinistra Cosimo Casilli

, il quale nella prima tornata elettorale, insieme a Nisi, si era conquistato un posto al secondo turno del ballottaggio, conseguendo un ottimo risultato, e portando così a un uscita di scena del Sindaco uscente Franco Miceli.
Una vittoria non del tutto scontata, quella di Nisi, con una differenza di voti di soli 341 in più rispetto all’avversario Casilli; questo forse dovuto a un calo di votanti rispetto al primo turno, che però in qualche modo conferma il clima di sfiducia degli elettori che ha caratterizzato questa campagna elettorale, come lo testimoniano i risultati complessivi a livello nazionale.
I festeggiamenti per il neo sindaco sono stati rimandati, per volere del primo cittadino, a Venerdì 25 Maggio, per rispetto all’attentato disumano verificatosi Sabato mattina a una scuola di Brindisi e come vicinanza al popolo dell’Emilia Romagna, che in queste giorni è stato colpito da un terribile terremoto; tuttavia, nonostante tale richiesta da parte del neo Sindaco Nisi, i suoi elettori non sono riusciti a tenera a freno l’entusiasmo, poiché non appena la notizia della vittoria ha iniziato a circolare nel paese, in tanti si sono riuniti intorno al suo comitato, suonando trombe da stadio e sparando alcuni fuochi d’artificio, comportando anche un intervento dei vigili urbani per regolamentare il traffico creatosi.
Nei prossimi giorni il primo cittadino dovrà costruire la squadra di lavoro che lo accompagnerà in questa nuova esperienza amministrativa; una maggioranza che sarà composta, come ha più volte affermato, solo da coloro che l’hanno sostenuto in questa campagna elettorale, senza quindi la presenza di assessorati o cariche istituzionali date ad altre figure politiche esterne al suo schieramento; in tanto, quasi sicura sarà la presenza nei sei scanni dell’opposizione degli altri candidati sindaco, Giovanni Tundo, Franco Miceli, Cosimo Casilli, affiancati da Roberto Bove, facente parte del raggruppamento di Franco Miceli, e da Biagio Gatto e Caterina Dorato, entrambi facente parte del raggruppamento di Casilli. Niente da fare per gli altri due candidati sindaco Marialucia Spirito, con la sua lista Rinascita Galatea, e Sebastiano Moretto, portavoce della lista Movimento cinque stelle, i quali non hanno raggiunto il quorum essenziale per risiedere nei banchi dell’opposizione.

CONDIVIDI