Trecentocinquanta metri cubi di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi e due cabine di verniciatura che producevano emissioni in atmosfera non autorizzate, sono stati sequestrati dai i carabinieri del nucleo operativo ecologico di Lecce, nella zona industriale di Melissano, presso una società

 

che  produce e commercializza  articoli decorativi in poliuretano.

Erano disseminati da per tutto i rifiuti costituiti da polietilene contenuti in sacchi di plastica e contenitori in metallo e plastica imbrattati da vernici, erano, infatti, stipati in vari punti dell’impianto, dal cortile esterno a ridosso del muri perimetrale alle rampe delle scale di collegamento tra i diversi piani dell’edificio. Depositati in modo incontrollato in varie aree non autorizzate dell’azienda, che, inoltre, non era in possesso di alcuna  documentazione attestante il regolare smaltimento di rifiuti.

L’amministratore unico della società,  un sessantenne del posto, è stato segnalato, in stato di libertà, alla procura della repubblica di Lecce, per deposito incontrollato di rifiuti ed emissioni in atmosfera non autorizzate. Il valore complessivo dei beni sequestrati ammonta ad alcune decine di migliaia di euro.

CONDIVIDI