In coincidenza con l’apertura delle iscrizioni, entra nella sua fase decisiva il 46°Rally del Salento, appuntamento cui tocca quest’anno l’esaltante ruolo di prova conclusiva del Trofeo Rally Asfalto girone A, ovvero la “regular season” della serie tricolore riservata agli asfaltisti, che dà la possibilità di accedere alle due finali che decreteranno a loro  volta, sia i vincitori assoluti che i trionfatori nelle varie coppe CSAI di categoria.

Da domani, sarà possibile inviare le richieste di partecipazione alla prestigiosa gara pugliese, in programma venerdì 22 e sabato 23 giugno e che proporrà quest’anno alcune sostanziali novità affiancate alla tradizione di un percorso bello, impegnativo e affascinante, ridisegnato sulla scorta delle esperienze passate e che si snoda lungo le strette stradine dell’estremo tacco d’Italia.
La Scuderia Piloti Salentini, che ha la gestione tecnico-organizzativa della gara, tradizionalmente indetta dall’Automobile Club di Lecce, ha  infatti confezionato una nuova edizione dell’evento, che sicuramente riceverà ampi consensi da piloti, appassionati e addetti ai lavori, dando seguito così a una lunga tradizione che vuole il Rally del Salento tra gli appuntamenti rallystici simbolo del mezzogiorno d’Italia.
La gara, oltre al Trofeo Rally Asfalto, sarà valida anche per il Challenge Rallies Nazionali di Settima Zona a  coefficiente 2 e per i trofei monomarca Suzuki Rally Cup e Challenge Renault Sport “2WD”, due serie molto frequentate dai giovani rallysti e che stanno riscuotendo sempre più successo. Completa il quadro delle validità il neonato Progetto Giovani Dr Automobili.
Il regolamento, che fissa il termine ultimo per l’invio della domanda di iscrizione al 18 giugno, ammette al via le seguenti tipologie di vetture: World Rally Car (auto dello stesso tipo di quelle che partecipano al Mondiale Rally), Super 2000, Super 1600, Gruppo A, Gruppo N, Gruppo R, Vetture Fuori Omologazione (comprese quelle scadute da oltre 3 anni), Racing Start e vetture RGT.
L’edizione numero quarantasei del Rally del Salento, si aprirà agonisticamente nella serata di venerdì 22 con la disputa della prova spettacolo che avrà la sua nuova location lungo le impegnative arterie del Kartodromo Internazionale “Pista Salentina” di Torre San Giovanni. Sabato invece la spina dorsale della gara, con un tris di prove speciali: Palombara, Torre Vado e Specchia da ripetere tre volte. Si tratta in generale di percorsi già visti in passato e riproposti in una nuova veste. Rispetto all’ ultima edizione, Palombara, risulta accorciata di circa 7 km, alcune piccole modifiche riguarderanno anche la speciale di Torre Vado che verrà riproposta dopo 9 anni. Rimarrà immutata invece rispetto al disegno approntato a partire dal  2009, la prova di Specchia, che con i suoi 14,87 km sarà la ps più lunga del rally. 
Oltre alle novità legate al percorso, altre importanti  innovazioni riguarderanno la logistica, che forte di nuovi stimoli, sarà interamente concentrata a Torre San Giovanni, il che permetterà  alle squadre e alla Direzione Gara di lavorare al meglio. Cuore pulsante del rally sarà infatti la Pista Salentina, che oltre ad ospitare la permanence direzionale, i Riordini e i Parchi Assistenza, sarà teatro nella mattinata di venerdì, delle Verifiche pre gara e dello Shakedown. Partenza e arrivo saranno sul lungomare della stessa marina ugentina, a pochissimi chilometri dal  quartier generale del rally.
Per qualsiasi informazione o notizia utile relativamente alla competizione, può essere di riferimento il sito internet www.rallydelsalento.com, portale ufficiale della manifestazione,  da cui è possibile scaricare, tra gli altri documenti: la scheda di iscrizione, il programma di gara completo e la tabella dei tempi e delle distanze.

CONDIVIDI