Sono stati sorpresi a rubare da  un ispettore della Compagnia della Guardia di Finanza di Lecce, e sono finiti dritti in prigione. Si tratta di Dimitri Bratu, e Roman Valerio, entrambi di nazionalità rumena.

È accaduto la notte scorsa, mentre l’ispettore transitava su viale Giovanni Paolo II in Lecce, e ha notato due uomini che stavano forzando la porta di ingresso di un’abitazione con degli arnesi da scasso.
Immediatamente ha allertato i colleghi che intervenuti immediatamente sul posto, li hanno bloccati mentre stavano trafugando nell’immobile varia refurtiva, tra cui attrezzi da lavoro e candelabri.

Uno dei due rumeni, accortosi dell’arrivo dei militari, ha tentato di dileguarsi ma è stato prontamente fermato ed arrestato, insieme all’altro che cercava invano di nascondersi in uno sgabuzzino. Quest’ultimo, che aveva in mano la refurtiva riposta in un sacco di juta, aveva anche gli attrezzi utilizzati per scardinare la porta d’ingresso dell’abitazione.

I due rumeni sono stati trasferiti al carcere di Lecce – Borgo San Nicola – a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre + 10 =