Ha chiuso i conti con la giustizia Sebastiano Montefusco, 39enne di Galatone, arrestato il primo aprile scorso dagli agenti di polizia perché sorpreso a spacciare cocaina. L’uomo ha patteggiato la pena davanti al gup Antonia Martalò, che ha inflitto a Montefusco un anno e quattro mesi di reclusione.

Il suo avvocato difensore, Francesco Fasano, aveva preventivamente concordato la pena con il sostituto procuratore Donatina Buffelli. Il 39enne venne bloccato mentre effettuava una delle tante consegne di droga, dopo che gli investigatori si erano appostati da giorni sotto la sua abitazione. Da qui la decisione di fermarlo e sottoporlo a controllo. Nel calzino nascondeva una dose di cocaina. I controlli poi si sono spostati nella sua abitazione, dove sono stati ritrovati altri 18 grammi sempre di cocaina, già suddivisi in dosi e il kit necessario per il confezionamento. Per il 39enne a quel punto scattò l’arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e l’immediato trasporto presso Borgo San Nicola.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 + sette =