Tentata truffa aggravata in concorso: questa è l’accusa che ha fatto scattare le manette ai polsi di Gianni D’Amico, di 44 anni, già noto alle forze dell’ordine. Stando alla ricostruzione della polizia,  l’uomo truffava  l’anziana signora di 86enne, approfittando della situazione di incapacità della donna

, accompagnandola con un complice alle poste per prelevare con qualche pretesto 100€. Questa faccenda aveva insospettito il direttore dell’ufficio postale di via Marcianò che, già in 3 altre volte aveva visto l’uomo accompagnare l’anziana, e ha chiesto aiuto alla polizia. Così gli agenti, dopo aver parlato anche con l’amministratore di sostegno della donna, accertavano che i due l’avevano raggirata.

Il complice a bordo di una Opel Agila, si è allontanato alla vista della volante. Mentre il 44enne ora si trova ai domiciliari