Quattro anni di reclusione. E’ la condanna inflitta in abbreviato a carico di Salvatore Pinnella, il professore d’inglese, di 59 anni di Galatina, accusato di violenza sessuale e ingiurie nei confronti di alcune studentesse del Liceo Scientifico “Vallone” di Galatina.

E’ quanto deciso dal gup Annalisa De Benedictis che ha notevolmente ridotto la richiesta di sette anni invocata dal pm Emilio Arnesano. 
Secondo quanto emerso nel corso delle indagini condotte dal Commissariato di polizia, il docente, tra il settembre del 2009 e il dicembre del 2010, avrebbe costretto alcune allieve a farsi fotografare e recuperare il telefonico che il professore infilava nei pantaloni. Inoltre Pinnella avrebba anche abusato di alcune studentesse palpeggiandole in più parti. Per uno di questi episodi, però, il giudice ha assolto il professore. Nel corso delle indagini le presunte vittime sono state ascoltate dagli investigatori confermando le attenzioni del docente. L’avvocato difensore di Pinnella, Gaetano De Mauro, invece, ha sempre sostenuto l’innocenza del suo assistito. Le parti civili erano assistite dagli avvocati Emma De Marco, Salvatore Arnesano e Davide Polimeno. Il liceo è invece rappresentato dall’avvocatura di Stato con il legale Fernando Musio.

CONDIVIDI