Sono 11 i medici della clinica della “Città di Lecce” indagati con l’accusa di omicidio colposo per la morte di Maria Fiorina Vetrugno, 77enne di Squinzano, deceduta nella giornata di sabato. Il sostituto procuratore Paola Guglielmi ha iscritto i nomi dei camici bianche che hanno tenuto in cura l’anziana.

Si tratta dei medici dei reparti di cardiochirurgia e riabilitazione cardiaca. L’autopsia è stata disposta per il prossimo 8 giugno e gli indagati potranno nominare un consulente di parte.  L’inchiesta venne avviata sulla scorta di una denuncia sporta dai famigliari della vittima. L’anziana, secondo quanto riportato nella denuncia presentata presso i carabinieri di “Lecce Santa Rosa”, era stata sottoposta a Bologna ad un intervento chirurgico per poi essere trasferita presso la clinica leccese. Negli ultimi due giorni sarebbe subentrato uno stato influenzale che ha portato la Vetrugno all’improvviso decesso. Il magistrato inquirente ha già disposto il sequestro di tutte le cartelle cliniche per individuare il personale medico che ha tenuto in cura la donna.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tredici − tredici =