Si sono svolte questa mattina le celebrazioni per il 198° anniversario dell’arma dei Carabinieri e anche il comando di Lecce ha onorato il giorno di festa con una sentita manifestazione.

Il Colonnello Maurizio Ferla, comandante della sezione provinciale, ha presenziato alle celebrazioni assieme ai comandanti delle stazioni di tutta la Provincia di Lecce e al resto dell’arma.
Per l’occasione è stato anche presentato alla stampa il consuntivo dei dodici mesi trascorsi dal 5 giugno 2011, quando si sono tenute le ultime celebrazioni.
“Abbiamo dati positivi, con incrementi concorrenziali anche a livello nazionale; unico neo sono i reati contro il patrimonio, ovvero furti e rapine, aumentati rispetto allo scorso anno per varie cause”.
I motivi, come ha sottolineato il comandante Ferla, sono diversi: da una parte la crisi economica che spinge maggiormente le persone alla rapina o al furto ma anche i tanti ordini di scarcerazione e di condono che sono stati eseguiti negli ultimi tempi.
Secondo i dati riportati questa mattina, sono infatti aumentate a 202 le rapine perpetrate nell’anno 2012, rispetto alle 140 dello scorso 2011. Un dato che fa riflettere ma che lascia comunque buone speranze, perché di contro è aumentato il numero degli arresti e delle rapine scoperte dai carabinieri, senza contare che “ci sono buone prospettive per scoprire gran parte delle altre”. Stesso discorso per i furti che da 7261 dello scorso anno, sono diventati 8021.
Molto più positivi invece, sono i risultati di tutte le altre operazioni svolte dall’arma. A cominciare dagli atti di prevenzione, quasi mille in più, grazie ad un incremento della presenza di pattuglie di carabinieri sul territorio sia in auto che a piedi. Anche le chiamate al numero 112 sono aumentate da 95630 a quasi 150000 rispetto al 2011, un numero altissimo che dà anche un’idea di quanto il senso civico nei cittadini e la loro fiducia nell’arma siano aumentati.
I carabinieri dimostrano anche un senso del risparmio, con una diminuzione di circa 200 operazioni, di scorta e tutela verso autorità, mentre restano attive quelle verso i collaboratori di giustizia.
Non diminuisce invece il numero di persone controllate, anzi aumenta di circa 1000 unità rispetto all’anno scorso, mentre invece aumentano le multe al codice della strada: 6000 verbali in più, con 1150 patenti ritirate soprattutto per guida in stato di ebbrezza; ciò ha comportato anche ad una diminuzione degli incidenti mortali che nel 2011 sono scesi da circa 60 a poco più di 30, mentre quest’anno sono stati 27.
“Abbassare ancora il numero è un’impresa ardua ma non impossibile e il lavoro dei nostri uomini, continua per scongiurare questo pericolo”, ha continuato Ferla, spiegando come mai il numero sia ancora alto.
Anche nell’ambito degli arresti c’è stato un incremento soddisfacente: 811 rispetto alle 740 dell’anno scorso e la maggior parte colte in flagranza di reato; drastico aumento anche delle denunce che spesso sono scattate là dove non era possibile un arresto: sono quasi 7000 mentre nel 2011 ne sono state registrate solo 4300.
Per quanto riguarda i sequestri realizzati, c’è da sottolineare la quantità di stupefacenti recuperati nel solo 2012: ben 380 kg rispetto ai soli 52 del 2011, grazie anche ad importanti operazioni e ritrovamenti come quello avvenuto ultimamente sotto il ponte del Ciolo.
Un numero quasi stabile per le armi sequestrate – 140 invece di 122 – grazie ad un controllo costante e sistematico dei carabinieri sia sul mercato clandestino, che su quello legale. Infine 371 sono stati i chili di esplosivi sequestrati nell’ultimo anno.
Per quanto riguarda le estorsioni: 61 sono stati i casi scoperti e 51 gli arresti spesso spalleggiati dalla criminalità organizzata. Preoccupanti sono stati invece i dati sulle usure: 9 sono stati gli arresti ma solo 3 le denunce, a dimostrazione di un sommerso ancora tutto da scoprire e che trova difficoltà ad uscire fuori a causa delle paure per le ritorsioni e perché spesso le vittime sono poi costrette a diventare esse stesse degli usurai.
In aumento anche il numero degli omicidi: mentre lo scorso anno ne è avvenuto soltanto uno, in questi ultimi mesi sono stati registrati 5 casi, tutti poi scoperti dai carabinieri.
Grazie ai continui controlli e all’attività preventiva, ammontano a 609 gli stranieri rintracciati dopo gli sbarchi sulle coste salentine, mentre per quanto concerne le misure di prevenzione, sono 206 gli avvisi speciali, 10 le sorveglianze speciali e 81 quelle con obbligo o divieto di soggiorno.
Infine ammontano a  4 milioni e mezzo di euro le proposte di sequestro beni per fiaccare la criminalità organizzata e nel contempo sono state 11 le interdittive antimafia per contrastare il fenomeno delle infiltrazioni mafiose nei cantieri edili.
“Una battaglia questa che combattiamo grazia alla capillarità dei nostri dispositivi ma che ha ancora bisogno di molto lavoro perché possa essere contrastata a dovere: parlo di un miglioramento delle normative, un continuo monitoraggio per la prevenzione e tempi di reazione più veloci”.

In occasione della Festa dell’Arma, sono stati premiati:
Lgt. VERGARO Luigi

MAsUPS LEO Erminio

V.Brig. RIZZO Antonio, tutti dell’Al. Op.va Compagnia Di Lecce

Encomio semplice Cte Legione Puglia per indagini per droga con 2 arresti in flagranza e 9 su O.C.C.(provincia di Lecce e brindisi 2009 – 2010)

Lgt. GARZIA Daniele

MAsUPS FALCONIERI Massimo

MAR. CA. CAMBO’ Damiano

Brig. RIZZO Giuseppe

APP.SC. DELL’ANNA Matteo, tuttu del Nucleo Investigativo

encomio semplice Cte Legione Puglia x arresto in flagranza di 11 persone e O.C.C. di altre 14 per stupefacenti e rapine in danno di banche (Lecce, Taranto, BAT, Bologna 2007 – 2010)

Brig. GRECO Giuseppe Stazione Monteroni di Lecce Encomio semplice Cte Legione Puglia evitava l’esplosione di una bonbola di gas in casa attinta da incendio – Provincia di taranto 15 gennaio 2011

App. SC. TADDEI Domenico Stazione Lecce S.Rosa, Encomio semplice Cte Legione Puglia, salvava un neonato colto da crisi respiratoria, Lecce 7 gennaio 2011

Lgt. SAPONARO Antonio

MAsUPS GIUDICE Antonio, Al. Op.va Campi salentina, Elogio del Cte Legione Puglia per indagini che portavano all’arresto di una persona, alla denuncia di altre 42 per riciclaggio e ricettazione e al recupero di 67 autovetture

MASUPS TODARO Alessandro

MASUPS MUSCATELLO Giuseppe

MAR. CA. LEO Osvaldo

BRIG. ROLLO Marco

V.BRIG. GRECO Antonio

V.BRIG. IMMACOLATO Silvio, della Compagnia CC di Gallipoli, encomio semplice Cte Legione Puglia, per le indagini che portavano all’arresto di 24 persone per estorsioni ed usura, in galatina e Copertino apr 2009 – nov 2010

App. STELLA Giovanni, ora lla Stazione di Maglie, Encomio semplice Cte Legione Lombardia, contribuiva personalmente affronhtandolo, un pericoloso squilibrato che teneva in ostaggio un uomo minacciandolo con due coltelli. Cinisello Balsamo 16 giu 2009

MASUPS MUSARDO Riccardo

MASUPS CANTORO Vito

BRIG. MERICO daniele

BRIG. DELLA BONA Giuseppe

APP. SC. CURSANO Fredy Antonio, Al. Op.va di Casarano, encomio semplice Cte Legione Puglia, contribuivano in maniera dterminante alle indagini dell’operazione BAMBA che portavano all’arresto di 21 persone per traffico internazionale di stupefacenti, armi e munizioni. (Lecce, Como, Svizzera set 2009 – mag 2011)

APP. SC. BRAMATO Sergio, Stazione Presicce, elogio Cte Legione Puglia, riconoscimento a un triennio eccezionale di servizio che vedeva l’arresto di 22 persone per reati contro il patrimonio, droga e delitti contro la persona.(feb. 2009 – set 2011)

BRIG. GARZIA Giorgio Cosimo, Contingente Arma CC missione EULEX Kosovo, elogio del comandante di corpo per costante e lodevole comportamento in servizio nello svolgimento dei particolari doveri della missione.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto − 18 =