Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha annunciato che ”370 mila famiglie pugliesi dal 1 gennaio del 2013 avranno la bolletta dell’Aqp tagliata in maniera drastica. Non solo.

La Regione Puglia aumenta anche gli investimenti, garantendo 120 milioni di euro immediatamente cantierizzabili. Mi sembra una notizia straordinaria per i pugliesi e per l’Italia”. Il governatore lo ha detto dopo aver sottoscritto a Bari il protocollo d’intesa con l’Acquedotto pugliese (l’amministratore unico Ivo Monteforte), l’Autorita’ idrica pugliese (il presidente e sindaco di Lecce Paolo Perrone) e l’Anci (il presidente e sindaco di Corato Gino Perrone) per la concessione di agevolazioni tariffarie alle utenze deboli.

”Bisogna dire che l’Italia non e’ tutta uguale”, ha aggiunto Vendola. ”mentre Alemanno privatizza l’Acea, anche contravvenendo al senso e al risultato del referendum che vuole che l’acqua resti un bene comune e non una merce – ha proseguito Vendola – la Regione Puglia fa esattamente il contrario. Interviene sulle tariffe”.