Sensibilizzare gli automobilisti su quanto sia importante tenere sotto controllo l’udito per prevenire gli incidenti stradali: è questo l’obiettivo della campagna di prevenzione per la sicurezza stradale “AscoltAci Bene – Guida in Sicurezza”, attraverso screening di controllo gratuiti ai cittadini.

Avviati già lo scorso anno dall’Automobile Club Lecce, in collaborazione con la Provincia di Lecce e Fonudito (Centro Acustico specializzato per la correzione uditiva in regime di convenzione con Asl e Inail), i “controlli” riprendono anche nel 2012, dopo il successo e la positiva risposta all’iniziativa da parte degli automobilisti.
L’iniziativa è stata presentata oggi in conferenza stampa a Palazzo Adorno, con gli interventi di Bruno Ciccarese, assessore ai Trasporti e alla Mobilità della Provincia di Lecce, Aurelio Filippi Filippi, presidente dell’Automobile Club Lecce, Pasquale Elia, direttore dell’Automobile Club Lecce, Antonio Fitto, sindaco di Maglie  e Fabio Marti, responsabile di Fonudito.

I test effettuati grazie a questo progetto prevedono la presenza di un medico, sono gratuiti, rapidi e non invasivi e il cittadino riceverà, insieme all’esito sulla capacità uditiva, i consigli e le soluzioni per eventuali problemi.

I primi screening saranno effettuati secondo il seguente calendario: sabato 16 giugno, in piazza Sant’Oronzo a Lecce; sabato 23 giugno, in piazza San Domenico a Casarano e sabato 30 giugno, in piazza Aldo Moro a Maglie.

“Esprimo piena soddisfazione per il lavoro che la Provincia di Lecce, grazie all’Aci, svolge con continuità sulla tematica della sicurezza stradale attraverso una serie di iniziative, tra le quali questa campagna mirata, per il controllo gratuito dell’udito, senso di percezione fondamentale nella guida”, ha dichiarato l’assessore alla Mobilità e ai Trasporti della Provincia di Lecce Bruno Ciccarese.

“Partiamo dalla realtà: il cittadino prende la patente e guida”, ha detto il presidente dell’Automobile Club Lecce Aurelio Filippi Filippi, “poi però si trasforma spesso in un danno a sé stesso e in un danno sociale. E’ invece necessario ricordare all’utente della strada quante modifiche vengono apportate al sistema automobilistico, dall’evoluzione della tecnologia e delle strumentazioni a bordo dei veicoli, alle normative, fino alla consapevolezza e anche ai cambiamenti, nel tempo, delle proprie condizioni psico-fisiche”.

L’ipoacusia è, infatti, un deficit spesso sottovalutato, che ha forti ripercussioni sulla sicurezza degli utenti della strada, tanto più oggi che diversi fattori (allungamento dell’attesa di vita e aumento della popolazione anziana alla guida, progresso tecnologico e multimediale, insonorizzazione dell’abitacolo delle auto, incremento dell’inquinamento acustico) ne pregiudicano ancor più la sicurezza.

Il 12% della popolazione italiana, pari ad oltre 6 milioni di persone, soffre di ipoacusia e il 37% di queste non è consapevole del problema, né si è mai sottoposto a visita specialistica. L’assenza di consapevolezza di queste patologie, spesso associate ad altri deficit visivi o di vigilanza/attenzione, causa ogni anno il 30% degli incidenti stradali registrati in Italia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciannove − 16 =