Giovanni Vantaggiato, ”per quanto sia provato, non ha mai tentato il suicidio ne’ ha compiuto atti di autolesionismo. L’elastico che e’ stato rinvenuto in cella ieri mattina si e’ sfilato casualmente dalla sua biancheria intima”.

Lo afferma l’avv. Franco Orlando, il legale dell’imprenditore reo confesso di aver compiuto l’attentato del 19 maggio scorso dinanzi alla scuola Morvillo-Falcone a Brindisi, Franco Orlando. ”Al momento, peraltro – aggiunge il legale, che oggi ha incontrato Vantaggiato nel carcere di Lecce – non c’e’ alcuna perizia nella quale si faccia cenno a infermita’ mentale o all’incapacita’ di intendere e volere del mio assistito. Al criminologo Francesco Bruno e alla psicoterapeuta Maria Pia De Giovanni ho soltanto chiesto di tracciare un profilo di Vantaggiato, per comprenderne meglio la personalita”’. ”Non abbiamo intenzione, in questa fase – conclude Orlando – di puntare su eventuali patologie. Attendiamo la fissazione dell’udienza dinanzi al Riesame per la discussione del ricorso e ci riserviamo di depositare piu’ in avanti eventuali consulenze”. Domattina scadono i termini entro i quali la Dda di Lecce deve trasmettere gli atti al Tribunale della liberta’ che dovra’ pronunciarsi sull’istanza della difesa di modifica dell’ipotesi di reato: esclusione della finalita’ terroristica contestata insieme alla strage.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.