Due coniugi salentini, proprietari di una società nel Sud Salento, che opera nel settore della commercializzazione e produzione di prodotti di panetteria, sono stati denunciati dai Finanzieri della Tenenza di Casarano, per i reati di bancarotta semplice, bancarotta fraudolenta documentale

e patrimoniale, appropriazione indebita e falso in bilancio, avendo sottratto alle casse dell’azienda fallita 1 milione e 300 mila euro circa.

Le indagini condotte dai finanzieri, hanno evidenziato che i due coniugi, succedutisi nell’amministrazione dell’azienda, hanno volutamente distratto ed occultato le scritture contabili della società fallita, le giacenze monetarie e dissimulato i beni aziendali, non consentendo quindi, la reale costruzione del patrimonio della stessa, nonché il suo effettivo volume d’affari stornando dalle casse aziendali l’ingente somma.

Gli investigatori hanno inoltre ritenuto, sulla base delle informazioni acquisite attraverso i numerosi atti di polizia giudiziaria compiuti, che la condotta tenuta dai soggetti, denunciati all’Autorità Giudiziaria per violazione alla Legge Fallimentare, sia aggravata da negligenza, imperizia, trascuratezza, disinteresse volontario e colposo.

 

Christian Petrelli

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 − uno =