17 migranti sono stati salvati ieri sera, da un Pattugliatore Veloce della Guardia di Finanza del Gruppo Aeronavale di Taranto, in navigazione a 37 miglia da Capo Santa Maria di Leuca, che hanno rintracciato i clandestini alla deriva su un piccolo scafo di 5mt. con il motore in avaria.

L’unità d’Altura delle Fiamme Gialle era in normale crociera operativa volta a fronteggiare il fenomeno dell’immigrazione clandestina che da tempo interessa le coste pugliesi del Salento quando è stata contattata da un aereo della Hellenic Coast Guard in servizio SAR.
L’aeroplano greco, decollato a seguito di una telefonata di soccorso giunta al Centro di Soccorso Marittimo del Pireo relativa alla presenza di un natante alla deriva per avaria al motore, segnalava al mezzo della Guardia di Finanza la presenza dell’imbarcazione ad alcune miglia di distanza dallo stesso.
Immediatamente il Pattugliatore dirigeva sul punto e rinveniva il piccolo scafo sul quale erano stipati nr.17 migranti, tutti uomini. Si procedeva quindi a trarre a bordo gli stessi, dichiaratisi di nazionalità pachistana ed afghana, e constatate le non buone condizioni fisiche di alcuni, abbandonato il natante alla deriva, rientrava a tutta velocità in porto ad Otranto per assicurare la necessaria assistenza.
I migranti sono stati accompagnati presso il centro d’accoglienza “Don Tonino Bello”.