La Polizia di Stato di Benevento e l’Arma dei Carabinieri di Montesarchio hanno eseguito 24 ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di esponenti dei “Clan Pagnozzi” “ladanza Panella” e Sparandeo” che operano nel territorio della provincia di Benevento, in particolare nella Valle Caudina

 

e Telesina, per i delitti di associazione per delinquere di stampo camorristico, estorsioni aggravate, tentato omicidio, detenzione e porto abusivo di esplosivi e armi da fuoco. L’operazione ha interessato tutto il territorio nazionale, in particolare Roma, Bologna, Caserta e Lecce, dove alcuni membri dell’organizzazione avevano spostato le loro residenze nel tentativo di allargare il giro d’affari.

In carcere sono finiti Domenico Pagnozzi, alias ”O professore”, (53 anni); Paolo Pagnozzi, alias ”Paoluccio”, Orazio De Paola, alias ”Razziell” (50); Nino Piacentile, alias ”O Linotto” (43); Carlo Palluotto, alias ”O zuopp” (46); Raffaele Corda, alias ”Rafe”’ (40); Pasquale Catone (43); Leonardo Russo ( 33); Benito Caputo (49), associato alla casa circondariale di Benevento; Massimiliano Russo (36); Vincenzo Iadanza, alias ”O Caprariell” (56); Pietro Parrella, alias ”Pietroccio” (49); Salvatore Letizia (62); Silvio Sparandeo (47); Saverio Sparandeo (50) e Carmine Morelli (34). Hanno poi beneficiato degli arresti domiciliari Pasquale De Guida (48); Pasquale Colombo, alias ”O Tamarrone” (51); Antonio Maglione, alias ”A Bellonia” (44); Carlo D’Angelo, alias ”O romano” ( 57); Giulia De Rosa (73); Alfonso Grego (38); Antonio Francesco De Vivo (37) e Luisa Savoia (49), detta ”La milanese”, quest’ultima arrestata a Lecce.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

14 + 11 =