La Compagnia della Guardia di Finanza di Gallipoli, ha eseguito una verifica fiscale nei confronti di una ditta di Parabita, che opera nella vendita al dettaglio di abbigliamento, la cui titolare è di nazionalità cinese.

Al fine di ricostruire il reddito non dichiarato, i finanzieri si sono avvalsi dello strumento delle indagini finanziarie, eseguendo un capillare esame di tutte le movimentazioni bancarie rilevate dai vari rapporti bancari e postali intestati alla titolare ed al proprio coniuge.
L’attività svolta dalla Guardia di Finanza ha permesso di accertare che, per gli anni d’imposta dal 2007 al 2010, sono stati sottratti a tassazione ricavi per circa 300mila euro ed evasa IVA per circa 60mila euro.
La titolare è stata segnalata all’Agenzia delle Entrate quale “evasore paratotale” poiché i ricavi accertati superano il 50% di quelli dichiarati, con una media del 297% per ogni anno di imposta controllato.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 + tre =