Conto alla rovescia per le preselezioni del concorso pubblico per l’assunzione di 32 vigili urbani a tempo indeterminato e parziale, che finalmente vedrà l’avvio il 4 luglio presso l’Ecotekne.

Soggetto a numerose polemiche e infine rimandato a dopo le elezioni, torna a far parlare di sé, questa volta per il procedimento che verrà utilizzato per decidere chi tra le 3563 persone che hanno fatto domanda, potrò essere assunto part-time a tempo indeterminato nel corpo della Polizia Municipale.
“Si tratta di una prima selezione per portare i candidati da 3563 a 320 lo stesso giorno della prova.” Ha spiegato il dirigente del settore personale Francesco Magnolo. “Attraverso un test a risposta multipla con 60 domande di cultura generale, si farà una prima scrematura e i candidati verranno ammessi con riserva. Successivamente saranno ammessi ufficialmente alle altre prove dopo aver esaminato i titoli presentati nelle domande.”
Quella del 4 luglio è quindi solo la prima di una serie di prove che entro l’anno porteranno a stilare la graduatoria dei 32 ammessi. Mercoledì i candidati dovranno presentarsi entro le 14 presso l’Ecotekne e in ordine alfabetico saranno poi smistati nei plessi E di Economia, Y di Ingegneria ed R di Giurisprudenza. Con sé dovranno portare unicamente il proprio documento di identità e lasciare ogni oggetto personale, matite comprese che saranno fornite dal personale che si occupa della prova. L’obiettivo è quello di far partire il test – che durerà 60 minuti – nello stesso momento per tutti, così da non porre nessuno in svantaggio. La correzione, che avverrà poi in maniera computerizzata, sarà fatta entro le 20.00 di quello stesso giorno, dando così i risultati degli ammessi in tempo reale.
La società che si sta occupando della preselezione è la CNIPEC di Genova, a cui è stato consentito l’affidamento diretto con un costo di poco meno di 40.000 euro. “La ditta CNIPEC ha già collaborato in passato con il comune di Lecce, con il concorso per Vigili Urbani del 1998 e si appresta a farlo con la stessa competenza di allora.”, ha aggiunto il comandante della Polizia Municipale di Lecce Donato Zacheo, che farà anche parte della commissione esaminatrice assieme all’avvocato Giuseppe Alemanno, alla vice questore Sandra Meo e al vice presidente Francesco Goffredo.
Presente questa mattina alla conferenza di Palazzo Carafa, anche il nuovo assessore scelto per la Polizia Municipale, Luca Pasqualini: “E’ necessario ampliare l’organico della Polizia Municipale e per questo il nostro impegno sarà proprio quello di rendere attivi gli operatori entro la fine dell’anno.”
E di necessità ne parla anche il comandante Zacheo. Sono infatti solo 109 al momento i Vigili Urbani operanti su Lecce, al posto dei 180 previsti dalla legge regionale. “Purtroppo i blocchi e le diminuzioni delle assunzioni previste dalle manovre finanziarie hanno creato non pochi problemi per un servizio che dovrebbe essere al meglio. Lecce tra l’altro, è l’unica città della Puglia, assieme a Bari a fornire un servizio di 24ore per rispondere alle esigenze della città.”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × cinque =