La Provincia di Lecce consegna oggi 100mila euro di attrezzature alle associazioni di Protezione Civile per la salvaguardia del territorio dai pericoli di incendi e di rischio idrogeologico.

Una consegna che vede la luce dopo un lungo lavoro di ricognizione e di studio per il migliore utilizzo dei finanziamenti offerti dal Ministero dell’Interno per coadiuvare il lavoro del Corpo Forestale e dei Vigili del Fuoco, soprattutto in questo periodo in cui il rischio di incendi aumenta in maniera incontrollata.
Divise, caschi, guanti e stivali specifici, maschere antigas, motoseghe e generatori elettrici, anche quattro motopompe e due torri di illuminazione. Sono queste le attrezzature già depositate presso l’Ufficio di Protezione Civile provinciale e che saranno d’ora in poi  materialmente utilizzate in comodato d’uso da lunedì 2 luglio.
“Il lavoro delle associazioni di Protezione Civile è di fondamentale importanza”, spiega il presidente della Provincia Antonio Gabellone. “Questa è una terra fortunata, ci dicono, ma non dobbiamo sfidare la natura o essere impreparati. La protezione Civile deve svolgere anche un’attività di prevenzione, è per questo che il settore è stato snellito e organizzato in modo da essere pronto ed efficiente e da svolgere un ruolo decisivo per la tranquillità delle persone che vivono sul territorio.”
Le attrezzature serviranno infatti, non solo per gli incendi boschivi ma anche in caso di allagamenti dovuti a violente precipitazioni, fenomeno che negli ultimi tempi si è presentato in più di un’occasione e che quindi non deve più cogliere le associazioni impreparate.
La Provincia ha svolto per questo, dapprima un’attività di ricognizione, per decidere come sfruttare le risorse ministeriali che giacevano da tempo nelle casse interne. “Abbiamo svolto la nostra attività in maniera diretta e in simbiosi coi territori”, ha aggiunto l’assessore provinciale alla Protezione civile Gianni Stefano. “In passato la Provincia era quell’ente che erogava i soldi senza studiare le situazioni ma oggi è diverso. Abbiamo osservato la situazione prima di agire e abbiamo sviluppato al meglio i rapporti con le associazioni per capire le esigenze di lavoro; è stato un lavoro difficile ma siamo riusciti nel nostro intento.”
Alla conferenza di questa mattina era presenta anche il presidente del Coordinamento delle organizzazioni di volontariato di protezione civile della provincia di Lecce, Salvatore Bisanti, che ha espresso la propria soddisfazione per l’importante traguardo raggiunto e per le prossime attività in programma: nei prossimi mesi infatti, andrà in appalto anche la sala operativa di Protezione Civile, con cui migliorare ancora di più il lavoro indispensabile delle associazioni.