Tornano in azione i “predoni” delle stazioni di servizio. Per tre volte, nella notte, hanno tentato il colpo, finchè non è riuscito ed ha fruttato loro ben 20mila euro. In ordine di tempo, i malviventi hanno colpito la Q8 sulla Brindisi Lecce, allo svincolo di Trepuzzi, l’Agip nella direzione opposta, e l’Agip all’ingresso di Otranto,dove il furto è riuscito alla grande.

Il primo assalto è stato tentato intorno all’una di notte, quando tre banditi, vestiti di scuro e col volto coperto, sono comparsi vicino ad una entrata laterale della Q8. Riusciti a forzare la porta con un piede di porco, i ladri hanno avuto pochi minuti per arraffare un monitor, pacchi di sigarette e caramelle. L’allarme, scattato puntuale, ha costretto loro a agire in fretta, per evitare di essere colti sul fatto.

Poco dopo, la banda, che viaggiava a bordo di un’auto di grossa cilindrata, si è spostata nella direzione opposta, prendendo di mira il bar dell’Agip, sempre all’altezza di Trepuzzi. Qui, però, hanno dovuto rinunciare subito al piano: sorpresi dal custode della struttura mentre provavano a forzare la porta d’ingresso del bar, sono stati costretti alla fuga.

Il “colpo” grosso è riuscito ad Otranto, ai danni dell’Agip all’ingresso della città dei Martiri. Qui, per entrare, i malviventi hanno dovuto semplicemente alzare una saracinesca posteriore, lasciata inavvertitamente aperta.

Dopo aver disattivato l’allarme, i ladri hanno avuto tutto il tempo di girare indisturbati nella struttura e di trovare il “tesoro”: ben 20mila euro in contanti, frutto dell’incasso settimanale, che erano custoditi in un cassetto nascosto.

Carabinieri e polizia avviato le indagini, per risalire ai responsabili.