Non dichiara ricavi per oltre 2,5 milioni di euro e I.V.A. per poco meno di 300.000 euro, ma viene scoperta dalle fiamme gialle di Maglie. Si tratta di una società di consulenza.

L’azienda è risultata essere “evasore totale” poiché, seppure nota al fisco, non ha mai dichiarato i propri ricavi.

L’attività ispettiva svolta dalle Fiamme Gialle è stata originata da un’altra verifica svolta dai militari della Tenenza nei confronti di un’impresa operante nella realizzazione di impianti fotovoltaici.

Infatti, nel corso dell’ispezione all’impresa “verde”, i verificatori hanno posto particolare attenzione su alcune fatture – pari ad un imponibile complessivo di 500.000 euro ed I.V.A. per 100.000 euro – emesse dalla società di consulenza nei confronti dell’impresa operante nel settore degli impianti fotovoltaici per fantomatiche prestazioni di servizio.

I successivi riscontri, eseguiti anche mediante le banche dati in uso al Corpo, hanno consentito, dapprima, di accertare che i proventi certificati dalle fatture non erano stati dichiarati e, successivamente, che le fatture erano da ritenersi emesse a fronte di operazioni inesistenti, per permettere alla azienda “verde” di abbattere parte dei milionari ricavi conseguiti a seguito della vendita di alcuni impianti fotovoltaici.

 

CONDIVIDI