Una manifestazione per celebrare il nobile gesto di Maria Coluccia, una ragazza di Gallipoli che con la sua prova di generosità ed altruismo ha salvato la vita ad un bambino turco.

È quella che si terrà domani pomeriggio, a partire, dalle ore 17.00, presso l’aula consiliare di Palazzo Balsamo, nel centro storico. A rimarcare la donazione di Maria interverranno il sindaco Francesco Errico assieme all’Amministrazione Comunale ed il dottor Roberto Masciopinto, presidente regionale dell’Admo (l’associazione donatori di midollo osseo), in un appuntamento aperto ad associazioni e cittadini. Maria, studentessa gallipolina, ha donato le proprie cellule staminali emopoietiche che sono risultate vitali per un bambino di Instanbul. In Puglia i potenziali donatori sono oltre 15mila, ma i reali donatori di midollo osseo e cellule staminali emopoietiche sono appena 68. donare il midollo osseo – spiegano dall’Admo regionale – è estremamente difficile a causa della poca compatibilità tra donatori e pazienti, ma quando accade, ciò equivale a salvare una vita, molto spesso di bambini che hanno sviluppato una leucemia o una neoplasia del sangue. “Per Gallipoli – ha commentato il primo cittadino, Francesco Errico – si tratta di una giornata importante, che segna il giusto riconoscimento di un gesto alto e nobile di una nostra concittadina. Un gesto che rappresenta al meglio la proverbiale generosità e l’altruismo innato del popolo gallipolino”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.