“Un tema che – afferma l’assessore alle Politiche sociali e Pari opportunità della Provincia di Lecce, Filomena D’Antini Solero – abbiamo affrontato appena si è insediata l’amministrazione guidata da Antonio Gabellone, con il finanziamento da parte del Ministero del Lavoro

e delle Politiche sociali, del progetto ASIA. Con ASIA abbiamo attivato una agenzia d’intermediazione immobiliare in V.le Marche a Lecce e sottoscritto un protocollo con 7 strutture ecclesiastiche presenti su tutto il territorio provinciale, che hanno garantito posti letto ad oltre 100 immigrati in cerca di alloggio. Successivamente sino a dicembre 2011 gli interventi a favore degli immigrati in emergenza abitativa hanno avuto continuità grazie ad un altro progetto della Provincia di Lecce finanziato dal Ministero dell’ Interno – Fondo UNRRA. A seguito di verifica da parte degli ispettori del Ministero del Lavoro sui risultati prodotti con ASIA UNRRA – che hanno riconosciuto la Provincia di Lecce prima in Puglia in termini di servizi offerti tra cui 5 richieste di accesso al micro credito con la Banca Etica e 17 contratti di locazione stipulati tra immigrati e privati cittadini – il Ministero ha messo a disposizione ulteriori risorse per le province Pugliesi circa 800.000,00 euro complessivi, investendo la Regione Puglia quale Ente capofila e coordinatore. Tuttavia, la Regione Puglia, allo stato, non ancora ha erogato alcuna risorsa alle Province e ha chiesto di presentare progetti sull’auto costruzione”.
“Un’idea fantomatica – continua l’assessore D’Antini – soprattutto per l’esiguità del finanziamento.  L’emergenza che vive la nostra terra con immigrati di passaggio a seguito dei continui sbarchi e con immigrati residenti che a stento possono permettersi di affittarsi appartamenti, richiede strutture di accoglienza e servizi di inclusione sociale. A ciò la Provincia di Lecce ha dato risposte con ASIA  UNRRA ed è in questa direzione che vogliamo continuare, supportando gli immigrati che giungono sul nostro territorio con servizi di assistenza e consulenza presso i nostri sportelli in v.le Marche e con le attività di
intermediazione attraverso l’agenzia immobiliare istituita ad hoc e con l’azione di rete che abbiamo attivato con le strutture che hanno aderito ad ASIA UNRRA”.
“Ecco perché – conclude l’assessore D’Antini – appreso dell’emergenza che sta vivendo la città di Lecce per gli immigrati delle “giravolte” ci siamo messi subito in contatto con la Regione chiedendo quanto prima l’erogazione delle risorse per dare continuità ai progetti sull’alloggio per l’inclusione sociale. Abbiamo, altresì, chiesto alle strutture ecclesiastiche partner di ASIA UNRRA la disponibilità di posti letto per ospitare gli immigrati sfrattati, con l’auspicio che la Regione Puglia dia risposte in tempi brevi”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × tre =