La V edizione di K-Now, show-case del teatro pugliese organizzato da Induma Teatro in collaborazione con il centro culturale Manifatture Knos presso il quartiere Leuca di Lecce

K-Now! è un laboratorio/residenza aperto ad attori, registi, performer, musicisti, danzatori che ha l’intento di condurre una ricognizione delle nuove realtà teatrali a livello regionale e promuovere un’occasione di dibattito e confronto, gli artisti in residenza infatti sono invitati a condividere esperienze, idee, frammenti di spettacolo e spunti per dare luogo a una performance collettiva aperta al pubblico.

“L’idea che nello spazio che si crea fra artista e pubblico si manifesti il mondo in cui viviamo e che questa manifestazione abbia la forza di modificare la percezione della realtà e di generare pensiero, ha fatto nascere in noi l’urgenza di creare un luogo e un momento in cui l’arte scenica e la parola drammatica possano riflettere sui nostri tempi, sul contemporaneo, sulla nostra vita di artisti euomini”, sottolineano gli organizzatori.  L’edizione di quest’anno rientra nel progetto di Induma Teatro, per un teatro di quartiere, sorto nell’ambito delle attività di rigenerazione urbana del quartiere “Leuca” a Lecce, un programma di interventi promosso dal Comune di Lecce con l’Associazione Laboratorio Urbano Aperto (LUA) e Manifatture Knos che vede la partecipazione di trenta associazioni che, grazie alla creatività e all’incontro con gli abitanti, hanno prodotto idee e interventi per il territorio.

Quest’anno K-now trova casa dunque nelle vie e nelle piazze del quartiere leccese lungo l’asse che dalle case popolari IACP di via dei Ferrari porta a Parco Tafuro, con i percorsi di via Bozzi e via dei Basiliani fino alla scuola “Giovanni Falcone” di via Abruzzi; gli artisti interagiranno con il tessuto urbano, sociale e umano del territorio, confrontandosi con gli abitanti, entrando negli appartamenti privati, nei negozi, percorrendo strade, cortili, bar, luoghi d’incontro per mischiarsi/immischiarsi, collaborare, “scambiarsi”. Le prove sono aperte al pubblico.

Sabato 23 giugno (ingresso gratuito), a chiudere la cinque giorni di residenza e laboratori, avrà luogo una performance collettiva itinerante; l’appuntamento è alle 19 sul terrazzo delle case popolari IACP, in via dei Ferrari, con Scene da un quartiere a cura di Induma Teatro: dai materiali raccolti attraverso i racconti degli abitanti, si proseguirà poi con le performance degli artisti partecipanti al K-Now lungo un percorso che condurrà fino a Parco Tafuro e all’Istituto scolastico “Giovanni Falcone” di via Abruzzi.

Domenica 24 giugno (ore 21.30) inoltre, sempre nell’ambito delle attività del progetto “Per un teatro di quartiere”, il cortile dell’Istituto “Giovanni Falcone” ospiterà La morte di Babbo Natale – Eutanasia di un mito sovrappeso, brillante e caustico spettacolo della compagnia Tony Clifton Circus con Nicola Danesi de Luca, Iacopo Fulgi, Enzo Palazzoni, Werner Waas.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque + 13 =