Tempi duri per gli spacciatori salentini. L’ultimo arresto è avvenuto nella serata di ieri, a Melissano. Le manette sono scattate per Tunno Davide,  38enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, accusato di spaccio di stupefacenti.

Per lo stesso reato è scattata la denuncia a piede libero per G.G.  37enne di Melissano, già noto alle forze dell’ordine.
Il Tunno, è stato trovato in possesso di tre involucri di eroina per un peso complessivo pari a 4 grammi, nascosti all’interno di un pacchetto di sigarette, durante un controllo, effettuato a bordo dell’auto lancia Y  guidata dal 37enne. A quel punto sono scattate le perquisizioni a casa dei due.
A casa dell’arrestato, i carabinieri hanno trovato materiale vario per il confezionamento di droga, una matassa di cavi elettrici in rame del peso complessivo di circa 5 kg nonché una macchina da caffè professionale di proprietà di un titolare di un chiosco bar in Marina di Alliste, l’“inside beach”, del valore commerciale di circa €1.500 e rubata il 18 maggio. Mantre presso l’abitazione del denunciato, occultato sotto il letto matrimoniale, un pugnale con lama di circa 30 cm.

La droga e il rimanente materiale veniva sottoposto a sequestro. La macchina da caffè restituita al legittimo proprietario. L’arrestato si trova presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti − 20 =