Per tre persone è giunto il tempo di scontare la pena. E ieri pomeriggio sono state prelevate ed accompagnate in carcere. Gli arresti sono scattati a Sannicola, Melissano e Racale.

A Sannicola, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato Montefusco Antonio, 37enne del posto. L’uomo, riconosciuto colpevole di violazioni relative alla pesca in aree proibite, commesse in area protetta di Nardò nel febbraio 2010, deve scontare una pena detentiva di due mesi di arresto in regime di detenzione domiciliare.

A Melissano, invece, i Carabinieri hanno eseguito un ordine di carcerazione della Procura della Repubblica di Lecce, a carico di:  Cesari Manuele,    30enne del posto. Il giovane, gia’ agli arresti domiciliari, dovra’ scontare una pena detentiva definitiva di anni 3 per lesioni personali e detenzione illegale di armi, per fatti risalenti al 2010.
Infine, a Racale, i carabinieri hanno eseguito un provvedimento di sospensione della detenzione domiciliare e ripristino della reclusione in carcere, arrestando: Pindinello Quintino  68enne del posto. Lo scorso 30 giugno 2010, l’arrestato era stato denunciato per evasione dagli arresti domiciliari. Accompagnato alla Casa Circondariale di Lecce, dovrà scontare una pena residua di 26 giorni di reclusione.