Foto Antonio CastelluzzoIl 27 giugno p.v., alle ore 21.00 in Largo Porta Alfonsina, ci sarà la presentazione del cortometraggio “Cusutu ‘ncoddu – Cucito addosso”. Girato lo scorso anno presso la Masseria Ceppano, “Cucito addosso” ha ottenuto già diversi premi internazionali. L’evento è a cura del Club Unesco di Otranto e patrocinato dal Comune di Otranto. 

Il film verrà proiettato dopo una breve presentazione. A seguire, gli interventi di esperti nel campo culturale e di storia locale. Presente il regista Giovanni La Pàrola, siciliano, il quale parlerà della lavorazione e di cinematografia giovanile. Elio Paiano, giornalista del Nuovo Quotidiano di Puglia, illustrerà il destino di Ceppano e la sua storia, mentre Angela Leucci, giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, parlerà del cinema nel Salento a partire dalla figura di Raf Baldassarre, attore, caratterista e regista di origini giurdignanesi, il quale collaborò con Sergio Leone in varie pellicole, tra le quali lo spaghetti-western Per un pugno di dollari.

Verranno proiettate anche l’intervista al regista a cura del collettivo di produzione audiovisiva DoubleCut .

“Cucito addosso” è uno spaghetti western, ma ne rende moderno lo stile con del pulp alla Robert Rodriguez. Per la realizzazione, il regista si è avvalso del lavoro di maestranze cinematografiche italiane d’eccellenza, come i macchinisti che hanno lavorato a capolavori come Apocalipse Now e L’esorcista.

In un piccolo feudo siciliano, alla fine dell’800, periodo delle rivolte di Bronte, un gruppo di contadini si rivolta contro il proprietario terriero, capeggiati da Salvo il campiere, che ha mire di potere. Salvo decide di non uccidere Peppino, il sarto del feudatario, perché realizzi un abito aristocratico su misura per lui. In un duello il sarto metterà in atto il suo antico disegno di vendetta.

“Cusutu n’ coddu” ha vinto, ex-aequo con Ombre di Emanuele Pica, l’undicesima edizione del prestigioso “Rome Independent Film Festival” (Riff) del 2012, ha fatto parte della cinquina per l’assegnazione del David di Donatello 2012 come Miglior cortometraggio italiano, vincitore con lode del Michelangelo Antonioni come miglior cortometraggio all’ultimo Bif&st a Bari e, anche se alcune voci lo davano partecipante a Cannes, non ne ha preso parte.

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

11 − sei =