Rocco Angilè, allievo di Franco Degrassi al Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce, si è aggiudicato il I premio alla IX Edizione del Premio  Nazionale delle Arti per la sezione Musica Elettronica e Nuove Tecnologie.

La giuria, composta da Antonio Sinagra del Conservatorio di Avellino (Presidente), da
Francesco Scagliola e da Luigi Turaccio del Conservatorio di Benevento,  a conclusione del concerto finale del  20 Giugno nell’Auditorium del Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino, ha proclamato il leccese Rocco Angilè vincitore della Categoria A riservata alle composizioni acusmatiche da 2 a 8 canali  per elettronica su supporto con la seguente motivazione: “per la maestria della qualità timbrica mostrata e la padronanza formale in grado di caratterizzare i materiali e le loro elaborazioni”.
Al Conservatorio di Avellino sono giunte le opere di studenti provenienti da numerosi Conservatori italiani: Avellino, Bari, Benevento, Cagliari, Castelfranco Veneto, Cosenza, Firenze, Foggia, Frosinone, Genova, Lecce, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Roma, Salerno, Sassari e Trento, e il brano di Rocco Angilè,  intitolato SiO2 – dal nome della formula chimica del biossido di silicio contenuto nella sabbia silicea (materia prima utilizzata per la fabbricazione del vetro) – si è particolarmente distinto nel concerto finale del 20 giugno.
SIO2 è un’opera acusmatica che propone  situazioni di grande tensione tra suoni campionati privi di filtraggio e suoni elettronici provenienti dalla elaborazioni spettrale dei suoni acquisiti.
Il brano utilizza come elemento sonoro la parte vibrante di diversi oggetti e contenitori, risuonanti diversamente, che, messi in vibrazione da biglie di vetro di differenti dimensioni, diventano anch’essi  corpi vibranti in grado di sviluppare suoni più ricchi e articolati che si sommano alla vibrazione generata dai risuonatori utilizzati.

La classe di Musica Elettronica e Nuove Tecnologie del Conservatorio di Lecce, ha una peculiarità che la contraddistingue nel panorama nazionale: uno degli obiettivi fondamentali è l’attenzione del titolare – Franco Degrassi – verso la musica acusmatica, ovvero quella tipologia musicale che concentra il percorso sul suono e su una composizione che parte dal suono.
“Non esistono schemi sonori precostituiti, radicati nella storia – afferma Franco Degrassi – qualunque suono è degno di attenzione e quindi si parte dai suoni, si analizza la morfologia, il significato, i valori referenziali e quindi si utilizzano le tecnologie informatiche per elaborare, montare, sovrapporre, trasformare i suoni fino ad ottenere delle composizioni”.
Il Conservatorio di Lecce, oltretutto possiede un acusmonium, un sistema formato da 26 altoparlanti, che consente la diffusione in sala, in modo vivace e ricco, di opere acusmatiche composte su un normale supporto stereofonico per un “suono in  rilievo” quasi “tridimensionale”.
Il Triennio  di Primo Livello in Musica Elettronica ha solo due anni di vita ma si pone nel tessuto musicale nazionale come una delle punte di eccellenza e il riconoscimento dell’allievo Angilè  ne è una conferma.
Rocco Angilé diplomato in Clarinetto e laureato in Musica e nuove tecnologie audio,  frequenta il IV corso di studi superiori di Musica Elettronica  sotto la guida del M° Franco Degrassi presso il Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce e svolge attività di docenza in “Tecniche della registrazione e del suono” presso l’Istituto Tecnico Statale per l’Industria Audiovisiva di Lecce.
Ha partecipato ai corsi di composizione acusmatica tenuti dai M° Denis Dufour, le sue composizioni VERON, NUPHAR e QUERCUS sono state eseguite in varie sale concertistiche di Osaka (Audio Art Circus della University of Arts), presso il Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce (Italy) in occasione della manifestazione “Metafore di suoni”, “Silence Festival” e “SUONA Festival Francese – Acusmatica Francia/Italia”, presso il Teatro “De Simone” di Benevento (Italy) in occasione del Premio Nazionale delle Arti A.A. 2009/2010 e presso il Conservatorio di Musica “L. Canepa” di Sassari (Italy) in occasione della V Edizione de “La Terra Fertile” – Incontro biennale di Musica Elettronica.

* UPR Conservatorio di Musica “Tito Schipa” Lecce

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 + 7 =