Proseguono le ricerche dei dispersi dopo il naufragio della piccola imbarcazione in vetroresina inabissatasi martedì scorso al largo delle coste di Leuca.
La zona sottoposta ai controlli delle unità aeree e navali di Guardia costiera, Guardia di finanza, Polizia e Carabinieri è stata estesa dalla costa di Santa Maria

di Leuca fino a quella di Ugento, ma finora non è stata trovata traccia dei dispersi – sei o sette – stando al racconto dei sopravvissuti.

Le operazioni di ricerca continuano anche se con il passare del tempo le speranze di trovare ancora qualche naufrago in vita si affievoliscono.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 − 1 =