Proseguono le ricerche dei dispersi dopo il naufragio della piccola imbarcazione in vetroresina inabissatasi martedì scorso al largo delle coste di Leuca.
La zona sottoposta ai controlli delle unità aeree e navali di Guardia costiera, Guardia di finanza, Polizia e Carabinieri è stata estesa dalla costa di Santa Maria

di Leuca fino a quella di Ugento, ma finora non è stata trovata traccia dei dispersi – sei o sette – stando al racconto dei sopravvissuti.

Le operazioni di ricerca continuano anche se con il passare del tempo le speranze di trovare ancora qualche naufrago in vita si affievoliscono.