Venti caldi provenienti dall’Africa, Scipione, questo è il nome delle correnti che porteranno i termometri delle città italiane ad un picco non ancora raggiunto per la stagione. Giovedì sarà la giornata più calda, ma nel week end la situazione dovrebbe normalizzarsi.

Scipione colpirà soprattutto nelle zone della pianura Padana, Sardegna e Puglia e tra mercoledì e giovedì sfioreremo i 40°. L’anticiclone sahariano ha tutta l’aria di essere degno portatore del suo nome, e proprio come l’inarrestabile condottiero romano, sembra non voler dare tregua alla popolazione boccheggiante già da oggi con i suoi 35°. Da sabato una leggera brezza proveniente dall’Atlantico porterà un po’ di sollievo ma occorre prestare la massima attenzione soprattutto nelle zone del Foggiano e del Salento dove la colonnina di mercurio raggiungerà i 41° e tenderà a scendere molto meno rapidamente rispetto alle zone del nord.
La protezione civile raccomanda la massima allerta fino a giovedì 21 giugno. In Puglia la media stagionale verrà superata di 4-6° rispetto alla media, ma i ridotti valori di umidità renderanno le giornate meno afose e il caldo più sopportabile.
Resta comunque l’allerta caldo: si consiglia di non uscire nelle ore più calde della giornata, fare docce d’acqua fredda per ridurre la temperatura corporea, schermare i vetri delle finestre per evitare il surriscaldamento degli ambienti, bere molta acqua, evitare bevande alcoliche, consumare pasti leggeri, mangiare frutta e verdure di stagione, indossare abiti leggeri e pratici, accertarsi delle condizioni di salute di parenti, amici o vicini che abitano da soli e soprattutto prestare la massima attenzione agli anziani, categoria debole e maggiormente soggetta ai rischi provocati dall’eccessivo caldo.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.