Una bisca clandestina dove si giocava d’azzardo è stata scoperta dagli agenti del commissariato di Taurisano. Il blitz è scattato in via Mazzini a Racale, presso il centro scommesse, dove una persona rimasta sconosciuta, aveva dichiarato di aver perso 7000 euro a carte.

Giunti sul posto, intorno alle 3, gli investigatori avevano visto il locale chiuso e con la saracinesca abbassata, tuttavia era evidente all’interno una luce accesa.  A quel punto gli agenti sono entrati, trovando alcune persone intente a giocare a poker on line e, in una stanza adiacente, altre persone intorno ad un tavolo giocare a poker con delle fishes.
Tutti gli avventori, provenienti da altre province o da altre zone del salento, venivano controllati e risultavano avere  precedenti penali per gioco d’azzardo e truffa.
Il titolare del locale, che aveva richiesto solo l’autorizzazione per l’installazione di apparecchi per gioco on line,  non poteva effettuare giochi differenti da quelli lecitamente autorizzati, invece aveva posto in essere una vera e propria bisca clandestina e, pertanto, veniva denunciato insieme ad un’altra persona per esercizio abusivo di attività di gioco scommessa.

Complessivamente, i poliziotti hanno denunciato a piede libero dodici persone: tra di esse anche il “Re delle slot”.

 

CONDIVIDI