Oggi si accendono i motori per il più importante e longevo evento motoristico salentino. Stasera alle 20.49, con la prova spettacolo sul circuito karting Pista Salentina di Torre San Giovanni, scatterà il via della 46a edizione del Rally del Salento

che quest’anno si presenta in versione “short”: a parte il prologo in notturna la gara tra le strade salentine si gioca, di fatto, tutta in un giorno, cioè sabato, quando gli equipaggi affronteranno i tre passaggi sulle tre prove speciali Palombara, Torre Vado e Specchia.
Colpa della crisi che ha suggerito alla Scuderia Piloti Salentini, organizzatrice dell’evento su delega dell’automobile Club di Lecce, di disegnare una corsa più snella senza però rinunciare alla qualità del tracciato che resta come sempre particolarmente impegnativo. Una crisi che sembra aver colpito anche le iscrizioni perché al via del rally 2012 si presentano 40 equipaggi, 11 in meno rispetto allo scorso anno quando le vetture in gara erano 51.
Rispetto allo scorso anno sono state apportate significative modifiche anche dal punto di vista logistico oltre alle variazioni sulle speciali: abbandonata la cornice di Piazza Mazzini a Lecce, tradizionale scenografia della partenza e dell’arrivo del rally, il centro nevralgico della gara si trasferisce alla Pista Salentina che, oltre ad essere il teatro della prima prova cronometrata sui suoi 3,8 km di asfalto, ospiterà anche il riordino, il parco assistenza, il centro cronometraggio e la direzione gara.
Sabato si riparte dalla speciale Palombara, accorciata di 7 km, poi Torre Vado e infine la speciale di Specchia, lunga quasi 15 km, la più lunga del percorso che si snoda su una lunghezza complessiva di poco più di 343 km, di cui 123,70 cronometrati.
Dopo il terzo passaggio sulle tre speciali l’arrivo previsto per le 20,00 di sabato sul lungomare di Torre San Giovanni, la stessa location che vedrà sfilare le vetture per la partenza di oggi.
Prima del via, in mattinata, ci sarà spazio per le verifiche tecniche, prima che i piloti prendano confidenza con le vetture da gara, dalle 13,00 alle 17,00, durante lo shakedown.

Il 46° Rally del Salento, prova conclusiva del Trofeo Rally Asfalto (Girone A) e quinta tappa a massimo coefficiente per il Challenge Rallies Nazionali di Settima Zona, vede come favorito assoluto Felice Re, navigato da Mara Bariani, a bordo della sua Citroen C4 WRC che partirà col numero 1 sulla fiancata: il pilota lariano si è già portato a casa due vittorie ad Aosta e al Lanterna, prime due prove del girone e al Salento va a caccia di un en-plain che oltre a consegnargli la vittoria del Girone A gli consentirebbe di affrontare le due prove di finale del Trofeo Rally Asfalto con un cospicuo vantaggio in termini di punteggio.
A contendere il successo a Re ci sarà il navigatissimo  pilota barese Francesco Laganà che con la sua Mitsubishi Lancer Evo XR4 è reduce dalla vittoria al Rally Città di Cellole che gli ha regalato la testa della classifica del Challenge di Zona, in coabitazione con Pietrangioli, Silvestri e Trentin. Proverà a ritagliarsi uno spazio tra i migliori anche il fresco vincitore del Rally di Casarano, il ruffanese Francesco Rizzello a bordo della sua Peugeot 207 S2000.
Come al solito lo spettacolo non mancherà: gli appassionati di motori salentini stiano tranquilli, nonostante la crisi.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.