Violenta rapina, nella tarda serata di ieri, a Lecce, dove un noto assicuratore leccese, di 75 anni, è stato aggredito e rapinato da due energumeni. L’uomo era appena rincasato da una cena con amici. Era davanti all’uscio di casa, quando i due sono sbucati all’improvviso, armati di pistola, e lo hanno picchiato.

La vittima della brutale rapina è Tommaso Peschiulli, noto broker assicurativo leccese. Tutto è accaduto a cavallo della mezzanotte di ieri, quando il 75enne è rientrato nella sua villa in via Monteroni, all’estrema periferia di Lecce, in una zona residenziale.
Aveva parcheggiato  l’auto e si stava apprestando ad entrare in casa, quando dall’oscurità sono usciti i due banditi. Erano già all’interno della villa e lo stavano aspettando.
Entrambi avevano il volto coperto da passamontagna ed indossavano un paio di guanti neri, mentre uno soltanto era armato di pistola.
Con la canna dell’arma spianata verso il broker leccese, i rapinatori lo hanno avvicinato e poi colpito con il calcio della pistola in testa, facendolo crollare per terra.
Non contenti, i malviventi hanno continuato a picchiare il 75enne, intimandogli in dialetto salentino di “cacciare li sordi”. I due in pochissimi istanti sono riusciti ad impadronirsi del portafogli dell’uomo, al cui interno c’erano 150 euro in contanti, ed 8mila euro in assegni, e a sfilargli l’orologio dal polso, del valore di poche decine di euro. In sostanza, però, i banditi dovranno dividersi soltanto i contati, perchè gli assegni sono già stati bloccati.
Dunque, sono fuggiti a bordo di un’utilitaria parcheggiata nelle vicinanze, con la quale avevano raggiunto la villa dell’anziano, probabilmente con l’obiettivo di mettere a segno un furto.
L’arrivo improvviso dell’uomo deve avere fatto cambiare i loro piani.
Superati i primi minuti di shock, Peschiulli ha lanciato l’allarme al 112, richiedendo anche l’intervento di un’ambulanza: in passato, infatti, era stato colto da infarto ed operato al cuore. E gli attimi di terrore vissuti in balia dei malviventi non devono essere stati un toccasana.
Sul posto, in pochi minuti, sono accorse diverse pattuglie dei carabinieri, giunte insieme all’ambulanza. I medici hanno sottoposto il 75enne ad un elettrocardiogramma e gli hanno medicato la ferita in testa e le varie escoriazioni sul volto e sul braccio. Le ferite guariranno in pochi giorni.
Le indagini sono affidate ai carabinieri.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.