Arriva alle ultime battute l’udienza preliminare per gli ultras del Lecce accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere, e vari episodi di violenza registrati prima, durante e dopo le partite casalinghe della squadra giallorossa.

Il procuratore aggiunto Ennio Cillo ha chiesto in mattinata il rinvio a giudizio per 34 dei 37 tifosi imputati nel processo.

Il gup Annalisa De Benedictis deciderà il 10 ottobre, dopo la discussione degli ultimi avvocati che costituiscono il collegio difensivo. Il 17 ottobre invece si svolgerà il processo in abbreviato per altri 3 tifosi che hanno avanzato la richiesta di essere giudicati col rito alternativo.

Tra loro c’è innanzitutto Juri Palazzo, il 25enne leccese accusato di tentato omicidio per la bomba carta lanciata contro la camionetta dei carabinieri, il 16 marzo del 2008 in occasione dei festeggiamenti per il Centenario della nascita del club giallorosso.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sette − due =