Foto Antonio CastelluzzoIn mattinata, a Casarano, è stata presentata la giunta Stefàno. Il nodo Pdl è stato risolto con la nomina di una donna, Laura Parrotta, avvocato che ricoprirà le deleghe di Avvocatura e Contenzioso.

Il partito guidato da Gabellone aveva chiesto due rappresentanti nell’esecutivo, in modo da recuperare l’ex capogruppo consiliare Giampiero Marrella.
Due assessori, invece, vanno alla lista del sindaco: il geometra Ottavio De Nuzzo(Gestione, Valorizzazione del patrimonio e Ambiente) e l’avvocata Matilde Macchitella(Rapporti Istituzionali e Politiche sociali).
Per il Centro Democratico Cristiano c’è Fracasso Adamo, con la delega di vicesindaco e Attività Produttive, artigianato, commercio e Polizia Urbana. In giunta anche i Verdi con Paolo Bandiello, che ha ricevuto le deleghe Lavori Pubblici, decoro urbano, Sport e Cultura. Il partito degli ambientalisti aveva indicato Torsello, ma il sindaco ha convinto tutti i responsabili a desistere, perché quel nome poteva essere interpretato in maniera ambigua dall’elettorato, visto che aveva fatto parte di precedenti esecutivi. Stefano con questa giunta vuol dare un forte segnale di discontinuità.
Intanto, parte la battaglia per salvare l’ospedale di Casarano: la prima delibera di giunta, in mattinata, contro la chiusura voluta dalla Regione; martedì sarà nominato l’avvocato, subito dopo l’impugnazione della delibera regionale. L’avventura per il nuovo sindaco è cominciata in salita, con le casse in sofferenza e qualche malumore nel suo partito.

Alberto Capraro

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − sette =